LA PEUGEOT 208 WRX PRONTA A GIOCARE DA PROTAGONISTA NELLA “CASA” DEL MOTORSPORT BRITANNICO | Media Peugeot Italia

LA PEUGEOT 208 WRX PRONTA A GIOCARE DA PROTAGONISTA NELLA “CASA” DEL MOTORSPORT BRITANNICO

download-pdf
download-image
download-all
Ven, 25/05/2018 - 14:15

Fresche dell’ottimo doppio podio ottenuto pochi giorni fa in Belgio, le PEUGEOT 208 WRX si dirigono al circuito di Silverstone in Inghilterra, tempio delle corse automobilistiche inglesi e del Gran Premio di F1, per disputare, questo weekend, il quarto appuntamento del Campionato del Mondo FIA di Rallycross 2018. Su questo circuito, nuovo per il calendario del World RX, il Team PEUGEOT Total dovrà confermare i progressi ottenuti dall’inizio della stagione.



. Il Team PEUGEOT Total ha ottenuto solidi risultati ed è in costante crescita nel suo 1° anno di programma ufficiale nel Campionato del Mondo FIA di Rallycross. In 3 gare disputate, PEUGEOT ha ottenuto 4 podi, tra cui 1 vittoria di Sébastien Loeb in Belgio – la seconda per il campione dal suo debutto in questa disciplina – e 1 doppio podio, con il 3° posto di Timmy Hansen nello stesso week-end. Oggi la squadra si prepara a raccogliere lasfida di Silverstone il cui nuovo circuito fa il suo ingresso nel calendario del mondiale WRX.

· Grazie a risultati convincenti, il Team PEUGEOT Total occupa attualmente il 2° posto della classifica a squadre, a soli 15 punti di distacco dal primo. Sébastien Loeb è 2° nella classifica piloti, a 9 punti dal leader, mentre Timmy e Kevin Hansen sono rispettivamente al 5° e al 12° posto. La lotta è aperta, il livello è alto e Silverstone si preannuncia una delle gare più avvincenti e imprevedibili della stagione!

. A margine della gara, il promotore IMG organizza per la prima volta il festival “SpeedMachine” intorno al paddock del WRX. In programma: concerti di musica dal vivo, esposizioni e dimostrazioni de veicoli leggendari, gare di E-Sport (Dirt 4), co-drives e drift.

· Al momento della presentazione ufficiale della stagione di World RX a fine marzo, una giornata di prove aveva dato ai piloti la possibilità di perfezionare la loro conoscenza della pista di Silverstone. 10 giorni prima, Sébastien Loeb e Timmy Hansen, per allenarsi, avevano partecipato anche alla manche inaugurale del Campionato britannico di Rallycross, gara che avevano dominato, classificandosi rispettivamente al 1° e 2° posto. Il tracciato di 0,972 chilometri, non molto veloce ma molto tecnico, si compone al 40% di asfalto e al 60% di terra.

 

HANNO DETTO…

Bruno Famin, Direttore di PEUGEOT Sport

“Il nostro obiettivo per Silverstone non cambia: vogliamo avanzare al massimo in classifica generale, ottenendo più punti possibili nei campionati team e piloti. In  Inghilterra correremo con vetture che hanno le stesse specifiche del Belgio e che si sono comportate bene. La manche di Silverstone è molto diversa perché il tracciato è meno veloce. Abbiamo un po’ di esperienza ma non abbiamo un riferimento reale, è dunque abbastanza difficile prevedere cosa possiamo aspettarci. La corsa farà parte del festival Speedmachine, con concerti e diverse animazioni in programma. Siamo impazienti di vedere come il rallycross si integrerà in questo nuovo concetto, proposto dal promotore e che potrebbe attrare nuovi spettatori.”

Sébastien Loeb, PEUGEOT 208 WRX #9

“Sono in ottima forma dopo la vittoria in Belgio e ovviamente l’obiettivo è continuare su questa strada. Ho già guidato a Silverstone in precedenza, ma il livello di  competizione sarà molto più alto questo week-end. La volta scorsa nevicava e quindi penso che non si possano fare paragoni. In Inghilterra, non si sa mai cosa aspettarsi con il meteo, bisogna dunque essere pronti a qualsiasi condizione. Il tracciato di per sé è abbastanza lento ed è un peccato perché penso che ci sarebbe stata la possibilità d’inserire alcuni tratti veloci. Faremo il massimo, con l’obiettivo di conquistare il massimo dei punti per il campionato. È lo stesso per tutti, credo!”

Timmy Hansen, PEUGEOT 208 WRX #21

“Silverstone non è paragonabile agli altri circuiti in cui abbiamo gareggiato finora. Siamo stati veloci a Barcellona, Montalegre e Mettet, piste molto diverse. Non c’è motivo di non esserlo in Inghilterra e ci batteremo per la vittoria! Sarà fondamentale trovare una buona trazione nelle curve lente. Vedremo com’è il circuito quando arriveremo sul posto. Speriamo di trovare condizioni meteo migliori del mese di marzo! Con il festival e tutto il programma intorno alla corsa, dovrebbe essere un weekend davvero divertente per tutti: squadre, piloti e spettatori. Non vedo l’ora di esserci!”

Kevin Hansen, PEUGEOT 208 WRX #71

“Ho fatto solo qualche test a Silverstone ma posso dire che è abbastanza diverso dagli altri circuiti: il tracciato è molto tecnico, con la maggior parte delle curve da affrontare in seconda. Il rettilineo di partenza e del traguardo è l’unica parte in cui c’è un po’ di spazio. Per il resto sono curve a 90° e tornanti. Mi piace molto la sfida di gareggiare su circuiti molto diversi e ho la sensazione di avere imparato molto quest’anno, a livello personale. Arrivo a Silverstone molto motivato e pieno di energia! I risultati nelle prime tre gare sono soddisfacenti, ma non sono ancora al livello che mi ero prefissato. Penso che Silverstone potrebbe segnare una svolta. Questa gara e quella del Circuito delle Americhe in Texas, anch’essa nuova, sono un’ottima opportunità di imparare per tutti noi.”

 

LO SAPEVATE?

Il rallycross è nato in Gran Bretagna nel 1967 a Lydden Hill. La disciplina ha avutoun successo immediato e i suoi primi momenti di gloria negli anni ’80, con le famose vetture rally del gruppo B. La PEUGEOT 205 T16 faceva parte di queste vetture leggendarie, guidate da piloti famosi come Matti Alamaki o Guy Fréquelin. Quest’anno Lydden Hill lascia il posto a Silverstone e alla sua nuova pista specifica, ricavata all’interno del circuito di F1, dietro ai box.

Scroll